Detrazioni per l'acquisto di stufe a pellet e a legna

Scegliere una stufa a pellet e a legna significa scegliere un calore domestico confortevole, nel rispetto dell'ambiente. Una scelta di benessere personale e ambientale che negli ultimi anni è stata premiata dal legislatore con diversi interventi. Negli ultimi anni lo Stato è difatti intervenuto con una serie di misure fiscali di detrazione per l'acquisto e la sostituzione di generatori di calore, con prodotti che rispondono a elevati standard di qualità e di riduzione delle emissioni.

Acquistare una stufa, caldaia, termostufa o camino a biomassa Ravelli, a pellet o a legna, costituisce quindi una scelta conveniente per l'ambiente che ci circonda e per un consistente risparmio economico. Le agevolazioni previste e tuttora valide sono di tre tipologie: l'incentivo con detrazione Irpef del 50% per le ristrutturazioni edilizie, l'incentivo sempre del 50% per la riqualificazione energetica degli edifici, e l'incentivo Conto Termico 2.0.

 

Detrazione Fiscale stufe

BONUS 50%

Per le Ristrutturazioni Edilizie

Per i lavori in casa effettuati a partire dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, sarà possibile beneficiare della detrazione Irpef, per un importo pari al 50% delle spese sostenute per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni degli edifici residenziali situati nel territorio dello Stato, fino a un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

L'incentivo è dedicato per i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, e ristrutturazione edilizia del patrimonio edilizio e possono usufruirne tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef).

Scarica la Guida delle agevolazioni fiscali per il Risparmio Energetico.

Scarica l'attestato per la detrazione 50%.

ECOBONUS 50%

Per la Riqualificazione Energetica

Fino al 31 dicembre 2018 si potrà usufruire delle detrazioni previste dall'Ecobonus del 50% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici per l’acquisto, sostituzione e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con efficienza pari alla classe A di prodotto prevista dal Regolamento delegato (VE) N. 811/2013; fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro. In questa detrazione specifica rientrano tutti i generatori di calore a biomassa, compresi quelli senza caldaia integrata, che soddisfano i requisiti di emissioni e rendimenti specificati nel vademecum ENEA. Tale detrazione non prevede l’obbligo di presentazione dell’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica.

A breve sarà disponibile il vademecum Enea per le richieste di detrazione per la riqualificazione energetica

CONTO TERMICO

Fino al 65% delle spese sostenute

Il Conto Termico 2.0 è un un incentivo erogato dal GSE (Gestore Servizi Energetici) e prevede un contributo in denaro per la nuova installazione di stufe, termocamini e caldaie a biomassa che rispondano a particolari requisiti e che siano installate in sostituzione di impianti di riscaldamento esistenti, fino al 65% delle spese sostenute per realizzare l'intervento. 
Il contributo varia in funzione della potenza nominale dell'impianto, delle emissioni di polveri in atmosfera rilasciate dall'impianto e della zona climatica di installazione del prodotto, e viene erogato entro 90 giorni per importi inferiori ai 5.000 euro, oppure in due soluzioni (la prima entro i 90 giorni e la seconda nell'anno successivo) per gli importi superiori ai 5.000 euro.

Visita la pagina dedicata al Conto Termico per maggiori informazioni